slotPERUGIA Videopoker e slot machine fuorilegge, controlli a tappeto della guardia di finanza di Perugia. In particolare nei primi sei mesi dell’anno sono state eseguite anche con la collaborazione di personale dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli di Perugia diverse operazioni che hanno portato complessivamente al sequestro di 13 apparecchi.
Al setaccio, per contrastare il fenomeno delle scommesse clandestine e del gioco d’azzardo bar, circoli ricreativi e associazioni.

“Gli apparecchi sequestrati  – spiegano dalla guardia di finanza – sono risultati non conformi alle relative disposizioni di leggi”. Più nel dettaglio, “mentre alcuni non corrispondevano alle dichiarazioni di conformità a suo tempo effettuate dall’installatore, altri non avevano il nulla osta di messa in esercizio, altri ancora non recavano il dispositivo antimanomissione protettivo della scheda e infine due apparecchi erano perfettamente funzionanti ma non collegati alla rete dell’A.A.M.S”.

In pratica, disconnessi dal controllo dei Monopoli di Stato. “Proprio questi ultimi tipi di apparecchi  – spiegano i finanzieri – offrono la possibilità di reiterare la giocata senza limiti, consentendo all’esercente di realizzare somme spesso ingenti che sfuggono al controllo della rete gestita dai monopoli di Stato e aumentando la pericolosità sociale di questa tipologia di intrattenimento”.

Corriere dell’ Umbria

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.