POLIZIA-6PERUGIA Arrivano i rinforzi. Proprio oggi c’era chi, tra politici e sindacati, deprecava il fatto che dei 2.700 agenti usciti dal coro di addestramento nessuno spettasse all’Umbria ed ecco arrivare il dietrofront: alla regione sono infatti state assegnate altre 48 unità di personale della polizia di Stato. È il sottosegretario agli Interni, l’umbro Gianpiero Bocci, a darne notizia. Questa la ripartizione tra le due province: 22 alla questura di Perugia, cinque a quella di Terni, 10 al Reparto prevenzione crimine Umbria-Marche (che, recentemente istituito, conta di 37 unità), otto a Stradale e Postale di Perugia, tre alla Stradale di Terni.

“Una risposta seria e concreta”, commenta Bocci, “alle esigenze di sicurezza manifestate in più occasioni dai cittadini umbri”. Parole che tengono senz’altro conto delle richieste che si sono levate appena ieri da piazza Grimana, uno dei punti “caldi” di Perugia. La dotazione assicurata all’Umbria appare a Bocci come “un incremento rilevante di personale che servirà a rafforzare maggiormente la presenza dello Stato” e a rendere “più incisiva l’azione di prevenzione dei reati”. Sullo sfondo, “un progetto più ampio di potenziamento di uomini in Umbria”. Insomma, lo Stato starebbe dimostrando di tenere in “alta considerazione” i problemi di sicurezza della regione.

Corriere del’ Umbria

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.