Ambulanza close upTERNI E’ ricoverato al policlinico Gemelli di Roma il quarantenne di Castel Giorgio che nei giorni scorsi è stato vittima dell’assalto di un asino mentre stava correndo con altre persone. Forse per i colori sgargianti della tenuta del podista o per il semplice fatto che corresse troppo vicino all’animale, sta di fatto che l’asino si sarebbe scagliato contro il quarantenne gettandolo a terra e poi azzannandogli un braccio.
Una morsa letale dalla quale il quarantenne non riusciva a liberarsi anche perché l’animale lo spingeva a terra con il peso del muso. Oltre al morso, il pericolo poteva essere quello che l’asino scalciasse con gli zoccoli contro il malcapitato, ma il tempestivo intervento degli amici è stato determinate per evitare il peggio.
L’animale è stato praticamente bloccato all’altezza del collo e poi afferrato per le narici finché non ha lasciato la presa ed è fuggito.
Il quarantenne, residente a Castel Giorgio, è stato immediatamente accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale da qui trasferito al policlinico Gemelli di Roma dove i medici hanno deciso di intervenire chirurgicamente per evitare addirittura l’amputazione del braccio. Fortunatamente le sue condizioni stanno migliorando. In un primo momento la ferita al braccio era sembrata gravissima.
Sul grave episodio stanno indagando i carabinieri della stazione di Castel Giorgio per capire se i proprietari dell’animale avevano utilizzato le necessarie precauzioni.

Corriere dell’ Umbria

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.