mendicanti-bimbiTERNI. Un rumeno di 30 anni domenica mattina si è presentato sul sagrato della chiesa di San Francesco insieme ai due figlioletti di 3 e 5 anni e lì  si sono messi proprio di fronte alla porta dove in quel momento stavano entrando decine di persone per la messa domenicale. Alla vista di questa scena, quell’uomo con i due bambini in braccio, qualcuno ha chiamato il 113, turbato dal fatto che due i bambini  fossero utilizzati per chiedere l’elemosina. Così quando è arrivata la squadra volante della questura, coordinati dal dirigente Giuseppe Taschetti, per verificare l’accaduto, hanno identificato lo straniero, un rumeno, scoprendo che lo straniero era sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari ma il giudice gli aveva permesso di uscire per andare al lavoro, che in quel caso si sarebbe rivelato essere  chiedere l’elemosina agli angoli delle chiese portandosi dietro i figli. La polizia lo ha denunciato per  l’ipotesi di reato di utilizzo di minori nell’accattonaggio. Bisogna costatare il crescente fenomeno della povertà che anche nella nostra città porta sempre più mendicanti agli angoli delle strade, dei supermercati e delle chiese alla ricerca di qualche spicciolo per sopravvivere.

art su ternimagazine

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.