GDFautoPERUGIA Soldi in cambio di controlli all’acqua di rose. E’ quanto avrebbe chiesto un sottufficiale della guardia di finanza di Perugia arrestato stamani dai sui stessi colleghi in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare. Sono state le denunce di due imprenditori a far scattare le indagini che hanno portato il pm Massimo Casucci a formulare la richiesta di custodia cautelare. Il sottufficiale si sarebbe fatto dare da ciascuno di loro una somma di denaro. Per lui, 44 anni, è già scattata la sospensione dal servizio.

Corriere dell’ Umbria

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.