provinciaTERNI – La provincia di Terni è in default ma tre dirigenti hanno incassato nel 2015 cifre enormi, cresciute di ben 30.000 euro nel 2016. Nel dettaglio queste le cifre ottenute lo scorso anno che stanno creando forte malumore a Palazzo Bazzani.

Si tratta di Maurizio Agrò (Settore Affari Generali e Organi Istituzionali, Servizio Avvocatura e contenzioso in materia ambientale, Stipula dei contratti, Settore Politiche del Lavoro e Formazione, Servizio Prevenzione e Protezione e le funzioni di Datore di Lavoro, Servizi del Corpo della Polizia Provinciale, Servizio Viabilità e Trasporti) nel 2015 ha ricevuto un’indennità di 117.937,74 euro (comprensivo di stipendio).

Donatella Venti (Settore Risorse Umane, Finanziarie e Patrimoniali, Mobilità e Formazione del personale, Gabinetto del Presidente, Servizi informatici e ICT) ha ricevuto un premio uguale ad Agrò di 113.933,97 euro nel 2015 (comprensivo di stipendio).

Infine la terza dirigente, Gioia Rinaldi (Settore Pianificazione del Territorio e Sviluppo Economico, Servizio Infrastrutture e Vigilanza Costruzioni, Settore Ambiente e Difesa del Suolo), ha ottenuto un’indennità di109,507,12 euro (comprensivo di stipendio).

Nel 2015 le competenze della Provincia erano complete ma con il passaggio alla Regione molte delle competenze dei dirigenti sono diminuite. Si è passati infatti alla semplice gestione ordinaria con esclusione di ogni attività di studio e programmazione.

Cifre già nel 2015 enormi rispetto al bilancio rosso dell’Ente e alle sue problematiche finanziarie.

estratto da UMBRIADOMANI articolo completo al sito

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.