Foto Ufficio Stampa Vigili del Fuoco/LaPresse 12-07-2016 Empoli, Italia cronaca Puglia, scontro fra teni tra Andria e Corato Sarebbero, secondo fonti dei vigili del fuoco, già una decina i corpi recuperati dalle lamiere dei due treni che si sono scontrati nelle campagne a nord di Bari. Molte le persone ancora incastrate. Nella foto: le operazioni dei Vigili del Fuoco DISTRIBUTION FREE OF CHARGE - NOT FOR SALE

Foto Ufficio Stampa Vigili del Fuoco/LaPresse
12-07-2016 Empoli, Italia
cronaca
Puglia, scontro fra teni tra Andria e Corato

Un incidente terribile in aperta campagna tra due treni in Puglia tra Andria e Corato. Ci sarebbero vittime e decine di feriti. Lo scontro tra i due convogli è stato frontale.

Sul posto sono arrivati gli uomini della polizia ferroviaria di Bari, numerosi mezzi dei vigili del fuoco e ambulanze del 118. Il traffico è rimasto paralizzato, mentre si sono registrate scene di panico. Sarebbero 20 al momento le persone decedute nello scontro fra treni avvenuto intorno alle undici fra Ruvo di Puglia e Corato. A quanto si apprende, alcuni passeggeri sarebbero deceduti durante il trasporto in ospedale. Un bambino sarebbe stato soccorso e portato in ospedale con un elicottero dei Vigili del Fuoco. I molti feriti vengono portati in ospedali anche più lontani dal luogo dell’incidente.

Subito è scattato l’intervento del Reparto volo. Assieme alla polizia giudiziaria della Polfer sono intervenuti anche rappresentanti del ministero delle Infrastrutture e trasporti, che controlla le Ferrovie in concessione. Si tratta di due treni regionali del Nord barese, che viaggiano di solito con molte persone a bordo. Si cerca ora di dare soccorso a feriti e superstiti, per poi accertare le cause dell’incidente. Sul posto sono intervenute diverse squadre dei vigili del fuoco provenienti da Bari e Barletta oltre ad agenti della polizia ferroviaria che hanno effettuato i primi rilievi per risalire alle cause dell’incidente. A quanto pare uno dei due treni procedeva ad una velocità troppo elevata e inusuale per quel tratto. A quanto si apprende, anche da fonti aziendali, al momento le cause dell’incidente sono inspiegabili. Sul posto è giunto il procuratore aggiunto del Tribunale di Trani Francesco Giannella ma ovviamente al momento non è possibile fare ipotesi. La più accreditata è quella dell’errore umano ma stando alle prime ricostruzioni, è improbabile che possa essersi trattato solo di errore. Nei pressi della zona dell’incidente è stata allestita una tenda per i soccorsi (una seconda struttura dovrebbe essere approntata) e dopo i primi interventi, i feriti vengono trasferiti negli ospedali di Bisceglie e Trani e Barletta. “Non si sa ancora nulla sulle cause dell’incidente, è ancora presto. Abbiamo aperto un’inchiesta interna, oltre a quella della magistratura. Gestiamo 196 treni al giorno, non era mai successo nulla di simile. Ci sono tutti i tecnici sul posto e ora la priorità da gestire è anche il grosso flusso di pendolari che ogni giorno viaggia su questa tratta e che dovrà essere trasportato con autobus”. A spiegarlo è il portavoce della società Ferrotramviaria che gestisce i treni coinvolti nello scontro avvenuto in Puglia.

ilgiornale – Claudio Torre

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.