consiglio (1)Passa nella prima commissione del consiglio regionale la manovrina finanziaria da tre milioni che prevede interventi integrativi in materia di sanità, diritto allo studio, lavoratori precari, rifiuti e ambiente, Sviluppumbria, oratori, pesca professionale, turismo, cultura, forestazione e lotta agli incendi. L’assestamento del bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2013 predisposto dalla giunta è stato approvato con 5 voti contro 2 (dell’opposizione).

Portale turistico nel mirino Approvato anche un ordine del giorno presentato dai commissari della maggioranza circa i costi del portale turistico regionale per il quale nell’assestamento attuale di bilancio è previsto uno stanziamento di 448mila euro. Troppi, secondo la commissione, che chiede alla giunta, se l’atto verrà approvato, di presentare entro 30 giorni una relazione dettagliata sulla gestione del portale e non solo. La commissione vuole che sia fatto il punto sui soldi in totale investiti nella gestione dei portali regionali; sui soggetti cui è affidata e su eventuali subappalti e sul numero di persone coinvolte nel progetto. Si chiede all’esecutivo anche di “sospendere ogni ulteriore investimento e a non stipulare ulteriori convenzioni o contratti fino all’individuazione di un progetto meno oneroso e più efficace rispetto all’attuale”.

Trecentomila euro per Sviluppumbria Tra gli interventi più significativi nella mini finanziaria ci sono: 700mila euro per il finanziamento di livelli di assistenza sanitaria superiori ai Lea; 320mila euro per il concorso regionale alle spese sostenute dagli enti locali per il personale a tempo determinato assunto in seguito al terremoto (il totale dello stanziamento sale quindi a 920mila euro); 300mila euro per le materie ambientali e ulteriori 300mila per gli incentivi ai rifiuti che sviluppano la raccolta differenziata; 300mila per il fondo programmi di Sviluppumbria.

Ventimila euro alla “pesca professionale” E ancora, 748mila per attività culturali, turismo, spettacolo e grandi eventi: 448 mila per il portale turistico regionale, 140 mila per interventi a sostegno dello spettacolo, 10mila per le bande musicali, 50mila per biblioteche e archivi storici, 100mila per eventi di particolare interesse regionale. Poi 420mila euro per agricoltura e foreste: 50mila per la promozione agroalimentare, 150 mila per la repressione degli incendi boschivi, 200mila per la forestazione, 20mila per la pesca professionale.

Community network e oratori Vengono stanziati 150mila euro per i contributi ai Comuni per il diritto allo studio non universitario, 250mila euro per interventi relativi alla realizzazione della “Community Network”, 100mila per il piano telematico regionale. 200mila per il sociale, 30mila per gli oratori,  50mila a sostegno dei lavoratori emigrati e loro famiglie; 25mila euro per Isuc; 40mila per i danni provocati dalla fauna selvatica; 50mila per l’Accademia delle belle arti; 120mila per le spese dei Comuni relative al personale degli Iat; 50mila euro per interventi a sostegno dello spettacolo.

Corriere dell’ Umbria

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.