robi_robot_giappone-300x162TOKYO – La De Agostini Publishing ha lanciato sul mercato giapponese Robi, un robot fai da te che si costruisce in casa e che è stato ideato da Tomotaka Takahashi, un ingegnere giapponese che lavora all’Università di Kyoto. La De Agostini non esclude in futuro di poterlo commercializzare anche in Italia.

Robi viene costruito un pezzo alla volta, settimana dopo settimana: è alto circa 35 centimetri, pesa poco meno di 1 kg e bastano solo 70 uscite per costruirselo da sé. In Giappone è già una piccola star.

Il robot cammina, si siede, balla. Capisce circa 200 parole, risponde quando lo si chiama e saluta quando si torna a casa la sera. Ma cambia anche colore degli occhi e della bocca, manifestando in questo modo le sue “emozioni” nei confronti della famiglia che lo ospita. Robi è un humanoid robot, cioè un robot dalle fattezze umane.

L’a.d. Alessandro Belloni, commentando il successo di Robi di cui ne sono stati realizzati già 100 mila esemplari, mette l’accento sia sul “prodotto altamente innovativo” sia sulla campagna di lancio tutta incentrata “sul web e sui social media”.


BlitzQuotidiano

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.