Giuseppe Sala durante i festeggiamenti al Teatro Elfo Puccini al termine dello spoglio delle primarie del Pd per il candidato sindaco di Milano, 7 febbraio 2016. ANSA/MOURAD BALTI TOUATI

Giuseppe Sala durante i festeggiamenti al Teatro Elfo Puccini al termine dello spoglio delle primarie del Pd per il candidato sindaco di Milano, 7 febbraio 2016. ANSA/MOURAD BALTI TOUATI

MILANO Giuseppe Sala è il candidato sindaco del centrosinistra a Milano. Il commissario unico di Expo ha vinto le primarie. Una vittoria aspettata, ma non scontata. Sala ha vinto ma non stravinto. I voti dei suoi principali concorrenti che si sono spartiti le preferenze dell’elettorato più di sinistra, il vicesindaco Francesca Balzani (20.567 quando lo spoglio era al 99% dei seggi) e dell’assessore Pierfrancesco Majorino (13.589, oltre ai 432 di Antonio Iannetta) sommati insieme sono più delle 24.961 preferenze del commissario Expo. E qualcuno osserva che in queste primarie ci sono stati più voti contro di lui che per lui.

Però ha comunque vinto, “felice” del risultato.

“Era un passaggio non facile – ha detto – quindi sono molto contento. Mi pare un ottimo risultato”, una vittoria di Milano “con primarie vere” fatte “in regolarità”. Una sottolineatura arrivata dopo che Beppe Grillo ha parlato di “primarie truccate” per il voto di elettori cinesi. Sala è salito sul palco sulle note di Heroes, il brano di David Bowie che aveva scelto anche come colonna sonora al primo confronto ufficiale e a braccia alzate ha preso l’applauso del pubblico del teatro Elfo Puccini. ”Queste sono state primarie belle e combattute. Io mi impegno a non deludere questo entusiasmo e questa passione”, ha aggiunto invitando a immaginare qualcosa di più di un progetto elettorale in modo da dimostrarsi “più capace del centrodestra”. La conclusione è affidata al segretario cittadino del Pd Pietro Bussolati: “Avevamo preso l’impegno di fare le primarie più belle d’Italia e ci siamo riusciti”, ha detto. Resta da capire se ora con la vittoria di Sala la coalizione di centrosinistra resterà compatta o se qualcuno si chiamerà fuori dalla coalizione come qualche dichiarazione lascia supporre.

Art. Completo sul sito Ansa

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.