sangemini rsuPERUGIA Braccia incrociate. Prosegue lo sciopero dei lavoratori della Sangemini, l’azienda di acque minerali del Ternano che rischia il fallimento con un conseguente disastro occupazionale. Dopo la retromarcia del gruppo Norda, sono fortemente a rischio 136 posti di lavoro diretti e altre centinaia nell’indotto. I dipendenti hanno organizzato un sit-in sotto la sede della Regione al Broletto, a Perugia.

Corriere dell’ Umbria

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.