carabinieri32VARESE – Svolta nelle indagini sull’omicidio di Maria Angela Granomelli, uccisa il 3 agosto nella sua gioielleria nel centro della città, a Saronno (Varese). Un uomo, fermato mercoledì sera, ha confessato nella notte.

Al momento non si hanno conferme ufficiali dai carabinieri che conducono le indagini, che mantengono il più stretto riserbo. L’uomo sarebbe un disoccupato italiano, di circa 40 anni, di Caronno Pertusella (Varese), che avrebbe colpito selvaggiamente la donna quando la negoziante ha reagito alla rapina. Il presunto assassino sarebbe stato individuato grazie alle immagini riprese dal circuito di videosorveglianza e divulgate al pubblico.

La commerciante, 62 anni, è stata uccisa nella sua gioielleria il 3 agosto scorso da un uomo che è rimasto nel negozio per circa 40 minuti comportandosi come un normale cliente, e all’improvviso l’ha colpita alla testa con un portagioie e per una trentina di secondi ha infierito con calci e pugni fino a provocarne la morte. Poi è fuggito portando via gioielli dal valore di poche centinaia di euro.

L’uomo è stato individuato grazie alla testimonianza di un cittadino che si è presentato alla caserma dei carabinieri di Bollate (Milano) dicendo di avere visto un uomo che assomigliava alle immagini dell’assassino riprese dal circuito di videosorveglianza diffuse dagli inquirenti.

art su blitz

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.