RIMPATRIO-CLANDESTINI-300x188PERUGIA Nel corso dei servizi della squadra mobile della polizia di Perugia è stato arrestato un tunisino di 27 anni destinatario di un ordinanza di custodia cautelare in carcere disposta dal gip. La misura è stata emessa dopo che la divisione anticrimine ha segnalato che lo straniero non ha rispettato l’obbligo, imposto dalla a.g. dopo un arresto per spaccio di stupefacenti, di recarsi in questura a firmare. Dopo l’arresto è stato condotto in carcere.
Martedì mattina invece in via Lupattelli è stato controllato un maghrebino 22enne che si trovava insieme ad un noto spacciatore tunisino. Lo straniero è stato in seguito accompagnato in questura dove è emerso che era arrivato da poco in Italia eludendo i controlli di frontiera. Dopo la notifica del provvedimento di espulsione nel pomeriggio è stato accompagnato all’aeroporto di Fiumicino da dove, insieme a tre agenti di scorta, è partito per la Sicilia dove in tarda serata è stato consegnato ad un c.i.e. per il rimpatrio.
Effettuate inoltre delle verifiche su alcuni stabili segnalati al posto di polizia come ricovero precario di sbandati. In un appartamento disabitato della zona di Porta Sant’Angelo sono stati notati cinque giacigli improvvisati. Pur se non sono state rilevate presenze l’immobile è stato segnalato alla polizia municipale per i provvedimenti amministrativi finalizzati alla bonifica e la messa in sicurezza.

Corriere dell’ Umbria

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.