terremoto-a-città-di-castello-controlliCITTA’ di CASTELLO “Il sisma è ancora in evoluzione anche se gli strumenti evidenziano una progressiva diminuzione della magnitudo”. E’ quanto si legge nell’ultima nota diramata dal Comune di Città di Castello. “Nelle ultime ore, in particolare, le scosse di maggiore intensità si attestano sui 2.1 gradi della Scala Richter per l’evento dell’una e tredici di stamattina (giovedì ndr), 2.2 per la replica dell’una e ventidue; 2.1 per la scossa delle 12 e 37 e 2.2 per la replica delle 13.37”.
Il sindaco tifernate Luciano Bacchetta annuncia così la riapertura delle scuole sabato 11 maggio: “Le considerazioni che ci hanno spinto a sospendere l’attività scolastica anche domani (venerdì 10 maggio ndr), sono le medesime che ci consigliano di tornare sabato alla normalità didattica. In assenza di criticità dal punto di vista strutturale e di una flessione nel manifestarsi complessivo del fenomeno tellurico, possiamo tornare in classe, sapendo che lo sciame sismico non si esaurirà del tutto nell’arco di poco tempo. Dobbiamo gestire questa situazione, certi della sicurezza delle strutture, essendo stata confermata dai ripetuti sopralluoghi a cui abbiamo proceduto”.
Oggi, venerdì 10 maggio, dunque le lezioni sono ancora sospese ma sabato riprende il regime ordinario per tutte le scuole e gli asili nido della città. “Prosegue nelle medesime forme e organizzazione il coordinamento comunale che fa capo al Coc e quindi anche stasera (giovedì 9 maggio ndr), il Palazzetto dello Sport e la scuola Pascoli saranno aperti per le famiglie che volessero trascorrervi la notte, come accaduto tra mercoledì e giovedì quando i due punti di accoglienza hanno ospitato complessivamente oltre duecento persone”, conclude il sindaco ricordando che il numero telefonico per segnalazioni e informazioni rimane lo 075 8520744.

Corriere dell’ Umbria

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.