scuola-piediROMA – “A scuola ci andiamo da soli“. I bimbi delle scuole elementari e medie italiane sono coinvolti nell’iniziativa dell’Istituto di scienze e tecnologie della cognizione del Cnr che vuole renderli piůindipendenti. Andare a scuola a piedi o in bici, seguendo percorsi pianificati e punti d’incontro in cui riunirsi e camminare insieme, č il progetto partito dall’Argentina e giunto in Italia per far crescere i bimbi. Da Udine fino alla Puglia, il “Pedibus” aiuta i bambini italiani a rendersi indipendenti. In Italia infatti solo il 7% dei bimbi delle elementari va a scuola a piedi, mentre in Germania sono il 40% e in Inghilterra il 41%.

Ecco l’elenco delle cittŕ coinvolte nell’iniziativa “A scuola ci andiamo da soli” pubblicato da Repubblica:

Arezzo: aumento del 50% dei bimbi autonomi;

Bergamo: 8 classi elementari e 200 bimbi coinvolti;

 Carpi, provincia di Modena;

Cremona: tra “Bicibus” e “Pedibus” si muove autonomamente il 15% dei bimbi. Il progetto coinvolge 6 scuole, 10 linee, 140 bimbi e 61 accompagnatori;

Fano, in provincia di Pesaro e Urbino;

Pesaro: il 50% dei bimbi tra i 6 e i 10 anni vanno a scuola da soli;

–  Martina Franca, provincia di Taranto: tra percorsi sicuri e punti d’incontro sono impegnati circa 700 bambini;

 Gabicce, provincia di Pesaro e Urbino;

Pavia;

Piombino, provincia di Livorno: dopo un questionario in cui 350 bambini hanno chiesto di poter andare a scuola da soli, sta per essere avviato un percorso casa-scuola;

Roma: sono coinvolti 3 municipi e in alcuni quartieri segnalazioni colorate indicano i percorsi e Totem i punti d’incontro;

Sarzana, provincia di La Spezia;

Scandicci, provincia di Firenze;

Soverato, provincia di Cantanzaro;

art su blitz

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.