napolitano4-300x199ROMA – Giorgio Napolitano è stato rieletto presidente della Repubblica alla sesta votazione: alle 18.18 ha superato quota  504 voti e la Camera ha accolto la notizia con un lungo applauso. In tutto ha preso 738 voti.

È la prima volta dal 1946 che al Quirinale un capo dello Stato succede a se stesso. Stefano Rodotà, sostenuto da Movimento 5 Stelle e Sel, è a 217 voti. 10 sono state le schede bianche, 11 le nulle, 19 i voti per gli “altri”, fra i quali il capitano Ultimo Sergio De Caprio e Francesco Guccini.

Al momento dell’applauso che ha salutato l’elezione di Napolitano, tutto l’emiciclo si è alzato ad applaudire tranne i parlamentari del Movimento 5 Stelle. Questo ha causato dei litigi fra i grillini e gli altri elettori, provocando l’interruzione dello spoglio.

Quando la presidente della Camera Laura Boldrini ha letto i risultati del voto ed è arrivata ai consensi presi da Rodotà, il centrosinistra ha applaudito, mentre senatori e deputati M5S hanno gridato “Ro-do-tà! Ro-do-tà!”. Qualcun altro invece ha cantato l’inno di Mameli.

BlitzQuotidiano

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.