via alfonsineTERNI E’ arrivata la sentenza per il processo legato all’incidente mortale di via Alfonsine che nel 30 luglio del 2010 vide la morte di tre giovanissimi e il ferimento di altri due. L’auto, alimentata a metano, prese fuoco dopo l’impatto contro un albero e una Panda che transitava nella carreggiata opposta. Per tre di loro non ci fu scampo, gli altri due riportarono ferite e ustioni. Il Tribunale di terni ha emesso da pochi minuti la sentenza di condanna nei confronti del ventunenne ternano alla guida della Punto che tre anni fa uscì di strada in viale Alfonsine, nel quartiere cospea, e prese fuoco. I giudici gli hanno inflitto sei anni e due mesi di reclusione per i reati di omicidio colposo plurimo e lesioni colpose.I giudici hanno ravvisato comportamento doloso del T.B. in quanto alla guida sotto sostanze stupefacenti e viaggiava a oltre il doppio della velocità consentita sul tratta di strada reso viscido dalla pioggia. I legali del giovane hanno già presentato ricorso. Nell’auto guidata da T.B. c’erano i suoi  amici: per tre di loro non ci fu scampo  e morirono tra le fiamme. Si chiamavano Marco Pelini, Alessio Venturi ed Antony Bernardi.

TerniMagazine

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.