Service-Tax-300x278Service tax dimezza Imu: quanto costà, come funziona. Archiviata definitivamente l’Imuprima casa per il 2013, bisognerà iniziare a familiarizzare con la cosiddetta “Service tax“: dal prossimo anno sostituirà un’imposta sulla casa ridotta da integrare con quelle su rifiuti (Tares) e servizi indivisibili erogati dai Comuni, come l’illuminazione. Dal prossimo anno (dopo che laLegge Stabilità avrà stabilito la cornice della tassa) saranno i sindaci i responsabili dell’entità della tassa quando definiranno aliquote e esenzioni sulla base di una griglia standard che sempre la legge di Stabilità avrà indicato. Pagheranno proprietari ma anche inquilini, che godono come i primi dei servizi municipali.

I criteri utilizzati per la definizione delle aliquote saranno comunque metri quadrati, rendita, figli, in attesa in attesa di una più ampia riforma del catasto che aggiorni i valori catastali e attenui le sperequazioni tra contribuenti.  Quanto graverà la nuova service tax sulle tasche degli italiani? Per dare un’idea, Repubblica qualche settimana fa riportava una tabella, intitolata “I costi della service tax nelle città” basata su dati della Uil, servizio politiche territoriali.

Sono prese in esame le dieci città dove si pagherà di più: si va dai 222 euro per famiglia di Milano ai 145 di Siena. Sono tutte del Nord e del Centro, ma non viene fornita la ragione.

Ricorda Repubblica che alla service tax si aggiungeranno i costi della tariffa rifiuti.

La media nazionale è di 110 euro. La simulazione è fatta considerando abitazioni A2 e A3 di 80 metri quadrati, con aliquota media del 2%.

Roma:  euro 222

Milano: euro 211

Bologna: euro 206

Firenze: euro 168

Rimini: 166

Verona: 163

Padova: 162

Pisa: 153

Bolzano: 146

Siena 145.

art su blitz

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.