tenenzaGUBBIO I finanzieri della Tenenza di Gubbio hanno individuato un frantoio oleario del comprensorio Eugubino-Gualdese che impiegava sette lavoratori attraverso l’utilizzo strumentale di contratti d’opera di “prestazione occasionale”. Secondo le fiamme gialle, questa tipologia contrattuale era indebitamente usata perché le attività svolte dovevano essere ricondotte nell’alveo dei contratti a tempo determinato. La finanza ne ha quindi dedotto il mancato adempimento delle comunicazioni obbligatorie di assunzione. Così è scattata la maxi sanzione prevista dalla legge. Uno dei lavoratori, inoltre, era in cassa integrazione straordinaria e quindi non poteva essere impiegato senza regolare assunzione e comunicazione all’Inps o facendo ricorso a precise tipologie contrattuali previste proprio per chi fruisce di benefici pubblici.
Alla fine, è stato contestato l’omesso versamento di ritenute Irpef per 950 euro e irregolarità in materia di lavoro con l’applicazione di sanzioni per 20mila euro. L’uomo trovato al lavoro malgrado la cassa integrazione straordinaria è stato denunciato all’autorità giudiziaria per truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche.

Corriere dell’ Umbria

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.