C_2_articolo_1091002_imageppPESARO Un’avvocatessa 35enne, Lucia Annibali, è stata aggredita in casa a Pesaro: un uomo con il volto coperto che era già nell’appartamento, non appena lei è entrata, le ha gettato acido sul viso. La donna, che rischia di perdere la vista, prima di essere trasportata in gravissime condizioni all’ospedale di Parma avrebbe fatto in tempo a sussurrare un nome.I carabinieri hanno fermato l’ex della vittima, anch’egli un avvocato. Avrebbe mandato un sicario.

Utilizzato un sicario – A finire in manette è stato l’avvocato Luca Varani, 35 anni, di Pesaro, iscritto all’Ordine degli avvocati di Rimini. E’ in stato di fermo per concorso in lesioni volontarie gravissime. Avrebbe mandato un uomo incappucciato a gettare dell’acido in faccia a Lucia Annibali, con la quale aveva avuto una relazione sentimentale, poi troncata.

Aveva sussurrato un nome – La vittima dell’aggressione, tra dolori lancinanti, con l’acido, probabilmente vetriolo, che le corrodeva la pelle, è riuscita a chiedere aiuto e a mettere i carabinieri sulla pista giusta. Gli investigatori avevano capito da subito che all’origine della vicenda “c’era una storia”.

Appartamento sotto sequestro – L’appartamento in cui abita Lucia Annibali è stato posto sotto sequestro. Tra i rilievi, quelli sulla porta d’ingresso, per vedere se ci siano segni di effrazione o meno. La 35enne lavora nello studio legale di Urbino insieme con il padre, che in questo momento è a Parma, al capezzale della figlia. La Annibali non è sposata e non ha figli.

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.