sgozzataGUALDO TADINO Dopo la tragedia E’ una comunità sconvolta quella di Gualdo Tadino per la tragedia che si è consumata l’8 marzo per mano di un giovane romeno che ha ucciso l’ex fidanzata. Le indagini da parte dei carabinieri stanno andando avanti e il giovane muratore è stato interrogato. Il racconto dell’uomo era molto atteso per avere certezze sul movente che lo ha spinto al terribile gesto. Sugli elementi da lui forniti durante l’interrogatorio c’è massimo riserbo, anche se da quanto si apprende l’omicidio sarebbe legato alle prime ipotesi fatte: una lite nata tra i due per motivi sentimentali. Forse Ofelia non voleva partire con lui in Inghilterra e da qui la rabbia e il drammatico gesto.

Barbu da lunedì forse in carcere I medici dell’ospedale di Gubbio-Gualdo-Tadino hanno sciolto la prognosi per il giovane romeno ricoverato da sabato pomeriggio al nosocomio per ferite da taglio alla gola e ai polsi. Domenica, nella tarda mattinata, il paziente è stato trasferito dalla rianimazione al reparto di otorinolaringoiatria dove è stato interrogato dal pubblico ministero insieme ai carabinieri. Se le condizioni resteranno stabili nella giornata di lunedì sarà trasferito nell’infermeria del carcere di Capanne.

L’arma del delitto Potrebbe essere un taglierino, l’arma usata per uccidere la giovane Ofelia che da quanto si apprende i carabinieri avrebbero trovato nella stanza di Gualdo Tadino. Con lo stesso taglierino Barbu avrebbe poi cercato di togliersi la vita, senza riuscirci.

Prima ricognizione cadaverica I medici legali domenica mattinahanno effettuato un primo esame cadaverico sul corpo della giovane Ofelia, uccisa sabato dall’ex fidanzato. Fatale per la ragazza sarebbe stata la ferita più evidente che Barbu le ha inflitto nella gola.

La presidente Marini Su Facebook la presidente della regioneCatiuscia Marini commenta la tragedia: “Continua il dramma delfemminicidio, un’altra vittima nella nostra Regione. Serve agire sul fronte degli uomini maltrattanti, violenti e potenziali omicidi. Non ci possiamo occupare solo delle vittime ma occorre un’azione forte contro i maschi violenti”.

Il dramma di Gualdo Tadino Nel giorno della festa della donna tragedia a Gualdo Tadino dove una giovane donna è stata orrendamente uccisa nel pomeriggio dall’ex fidanzato. La coppia si trovava nella stanza di un affittacamere. La vittima, Ofelia Bontoiu, 27 anni, badante e residente a Gualdo Tadino con i genitori e due fratelli conosceva il suo carnefice fin da bambina. Era col suo assassino nel pomeriggio di sabato. Un uomo di 27 anni,Danut Barbu, la sua stessa età, ex fidanzato col quale aveva avuto una lunga relazione interrotta qualche mese fa. Di professione muratore, l’uomo era dello stesso paese della Romania di Ofelia.

E’ stato proprio lui ad ammazzarla e poi a tentare il suicidio con la stessa arma, un taglierinoL’ha sgozzata e poi avrebbe fotografato l’orrore – con Ofelia morta dissanguata – per inviarlo col telefonino alla sorella in Romania. Forse l’avrebbe anche filmata. La donna a quel punto avrebbe avvertito il fratello e la mamma della vittima che abitano a Gualdo Tadino. Quando i due allarmati sono arrivati sul posto, c’erano già i carabinieri che avevano soccorso il ferito (la stazione è nella zona). I militari stanno ricostruendo l’accaduto in ogni dettaglio e cercano di individuare il movente.

Il luogo del delitto si trova a poca distanza dalla stazione ferroviaria. A quanto trapela l’uomo era arrivato solo da qualche giorno a Gualdo Tadino partito dalla Romania o forse dall’Inghilterra dove sarebbe dovuto (o avrebbe voluto) tornare con Ofelia che avrebbe detto nodopo una lite. L’uomo  aveva preso una stanza nell’affittacamere e venerdì e sabato mattina era stato visto a Gualdo con Ofelia.

Il cordoglio “Profonda amarezza per la morte di una ragazza nel giorno dedicato alla donna” èstata espressa dal commissario prefettizio del Comune di Gualdo Tadino Salvatore Grillo. “La comunità romena – ha aggiunto Grillo – è ben integrata nel tessuto di Gualdo. Quello che è successo fa pensare”.

Sul profilo facebook della ragazza intanto, l’immagine di copertina sembra un presagio. C’è una scritta nella sua lingua e la traduzione in italiano è questa:”Tutti si dispiacciono quando è troppo tardi”.

Corriere dell’ Umbria

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.