CARABINIERI-6L’hanno trovata morta a Monte del lago, vicino a Magione. E’ mistero sulla donna cinese rinvenuta cadavere nelle prime ore di domenca 14 luglio tra le sterpaglie. Secondo i primi rilievi dei carabinieri, intervenuti sul posto, la donna sarebbe stata trovata riversa a terra, vestita ma senza documenti.
Il corpo, secondo quanto appurato dal medico legale, non presenterebbe evidenti segni di violenza. L’ora del ritrovamento dovrebbe oscillare intorno alle 2.30 del mattino. Orario in cui un gruppo di ragazzi avrebbe notato il corpo nei primi metri del “boschetto”. Nel frattempo il pm ha disposto l’autopsia per cercare di fare luce in maniera esatta sulla vicenda.
Sul posto, per le indagini, i militari di Città della Pieve.

Identificata Il cadavere è stato identificato in un secondo momento, grazie alle impronte digitali. Il corpo senza vita è quello di una studentessa cinese di 19 anni. La ragazza studiava all’Università per Stranieri di Perugia e viveva in un appartamento in via XX Settembre.

Il cerchio si stringe Nel frattempo spunta l’ipotesi che la 19enne sia stata colta in un primo momento da un malore, poi trascinata lontano da occhi indiscreti. Una pista che i carabinieri difficilmente tralasceranno. Tanto che i militari sembrano essere sulle tracce di chi ha trascorso la serata con la ragazza. Secondo alcune indiscrezioni le ricerche dei militari si starebbero concentrando sulla comunità italiana. Si profilano le imputazioni di omissione di soccorso e occultamento di cadavere.

Corriere dell’ Umbria

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.