merloniFOLIGNO La giunta regionale dell’Umbria ha approvato l’accordo con i ministeri del Lavoro e delle Politiche sociali per l’attuazione del progetto Feg Merloni che prevede servizi e misure per il reimpiego dei 610 lavoratori attualmente in cassa integrazione straordinaria provenienti dall’impresa in amministrazione straordinaria. Lo ha annunciato l’assessore regionale allo sviluppo economico Vincenzo Riommi.

“La Commissione europea – ha aggiunto Riommi – ha infatti concesso il contributo finanziario del Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione per un importo complessivo, per le Regioni Umbria e Marche, di oltre 5 milioni, pari al 65 per cento dei costi previsti per circa sette milioni, di cui oltre tre per la Regione Umbria”.

 Gli interventi previsti dal progetto Feg, per la cui attuazione la Regione si avvale di Sviluppumbria, riguardano l’orientamento professionale, l’assistenza alla ricerca attiva e all’autoimprenditorialità, voucher formativi, bonus assunzionali e attività di assistenza tecnica riferita a tutte le precedenti azioni.

“La Regione – ha detto l’assessore – ha già avviato le attività di orientamento professionale, assistenza alla ricerca attiva e  all’autoimprenditorialità. E’ stato inoltre pubblicato il bando per le imprese per interventi a sostegno dell’occupazione con l’erogazione di bonus assunzionali per lavoratori/lavoratrici in Cigs della A. Merloni in A.S., con scadenza a novembre 2013.

Il bando, che conta su una dotazione finanziaria di quasi un milione di euro, è finalizzato all’erogazione di 5mila euro per ciascun lavoratore o lavoratrice assunti a tempo indeterminato, full time. Duemila cinquecento euro andranno invece alle aziende che assumono cassintegrati Merloni con contratto a tempo indeterminato, part time e  di durata di almeno 20 ore settimanali. E’ infine in corso di pubblicazione – ha concluso Riommi – Il bando per il finanziamento di  voucher formativi. Si tratta di cento  100 voucher  del valore massimo di 1.300 euro da utilizzare presso enti di formazione inseriti nel catalogo unico regionale dell’offerta formativa individuale”.

Corriere dell’ Umbria

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.