Terni, Tribunale.
Foto Diego Santini

TERNI – Due anni ed otto mesi al 27enne della Nigeria residente a Terni che, all’atto dell’arresto lo scorso 20 giugno, aveva preso a pugni ed a morsi gli agenti della sezione antidroga della squadra mobile di Terni. Due anni di reclusione per l’altro nigeriano arrestato, 22enne residente a Contigliano. Un’operazione, quella della polizia di Stato, letteralmente applaudita dai residenti del condominio di via Campofregoso, di fatto ‘liberati’ da un vasto giro di spaccio di droga. Questa la decisione del tribunale di Terni, giudice Barbara Di Giovannantonio, che ieri ha giudicato con rito abbreviato i due, accogliendo sostanzialmente le richieste formulate in aula dal Pm onorario Cinzia Casciani. Entrambi scarcerati, i due stranieri – difesi dall’avvocato Francesco Mattiangeli – si sono visti applicare gli arresti domiciliari: il primo a Contigliano ed il secondo in via Campofregoso, a Terni. Nel corso dell’operazione era stato sequestrato oltre un chilo di marijuana.

Corriere dell’ Umbria

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.