sit in carcere spoletoSPOLETO “Basta”. E’ la parola urlata più volte da sindacalisti e agenti, che hanno preso parte al sit-in di protesta, ieri mattina, davanti al carcere di Maiano. Il Sappe alza la voce e il segretario generale Donato Capece, usa parole forti. “Il direttore si deve dimettere – ha detto senza mezzi termini – la situazione è divenuta insostenibile. Vogliamo direttori capaci di sostenere un’azione di cambiamento positiva intrapresa in pochi mesi di gestione del nuovo comandante del carcere”. Il bilancio della casa di reclusione di Maiano relativo a questo ultimo mese e mezzo, parla chiaro: tre tentativi di suicidio sventati dagli agenti di polizia, un suicidio e tre violente aggressioni da parte dello stesso detenuto. “Questo soggetto deve essere allontanato – ha sottolineato Capece – non è possibile che non siano stati adottati dei provvedimenti nei suoi confronti”.

Servizio integrale nel Corriere dell’Umbria del 6 giugno

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.