Emergenza diossina, la Regione Umbria pubblichi tutti i dati

le quattro galline inquinate di De Girolamo

le quattro galline inquinate di De Girolamo

TERNI “Da qualche mese attori istituzionali locali e rappresentanti delle parti sociali parlano della possibilità o meno di richiedere al Governo lo stato di crisi complessa per il nostro territorio. Il nostro particolare punto di vista consente di apprezzare tale proposta solo alla luce di un patto ancor più largo, che preveda l’urgente risanamento ambientale della Conca Ternana, a partire dal SIN ‘Terni-Papigno’, aree a rischio e di cui lo Stato medesimo impone un’urgente bonifica. read more

L’estate non è finita, a settembre temperature oltre 30 gradi

estate-594x350L’estate sembra davvero non voler cedere il passo all’autunno. Nei prossimi giorni, spiegano i metereologi, continueremo ad avere condizioni di tempo stabile e poi da mercoledì arriverà anche l’anticiclone nordafricano che, con il read more

Maltempo: da venerdì a domenica forti temporali su Sicilia, Sardegna e Calabria

PIOGGIA1ROMA – Se speravate di fare l’ultimo weekend di mare, rimettete pure il costume nell’armadio: in arrivo c’è una forte ondata di maltempo che si abbatterà su Sicilia, Sardegna e parte della Calabria. La Protezione civile ha diramato un avviso di avverse condizioni meteo: le precipitazioni, che avranno carattere molto intenso, saranno accompagnate da grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. read more

Stop doppio stipendio per i ministri anche non parlamentari come Saccomanni

governo-300x225ROMA – Stop doppio stipendio per i ministri anche non parlamentari come Saccomanni. Alla fine, con l’avallo della Ragioneria dello Stato, la promessa di rinunciare al doppio stipendio, il Governo Letta l’ha mantenuta. Non si possono cumulare stipendio pubblico e indennità di governo, anche per i ministri e i sottosegretari che non sono membri del Parlamento. read more

Referendum Bologna, 59% no soldi ad asili privati: 1 cittadino su 3 alle urne

brodo al votoBOLOGNA – I cittadini di Bologna hanno votato contro i fondi comunali alle scuole private. Ma a votare è stato solo un bolognese su tre. Il 59% dei votanti al referendum consultivo indetto contro la destinazione di fondi comunali alle scuole private ha ribadito il suo no. Le risorse, che ammontano a circa 1 milione di euro, ora dovrebbero andare agli asili nido pubblici.  read more