Presentato il primo corso di Cinese al liceo classico Tacito di Terni

liceoTERNI – E’ stato presentato stamattina in una conferenza stampa in Provincia il primo corso di cinese promosso e organizzato dal Liceo classico Tacito e Artistico di Terni. Le lezioni, che si svolgeranno al classico Tacito, saranno tenute da Edoardo Tobia, esperto in cultura e civiltà cinese e con un’esperienza lavorativa maturata in Cina. read more

Belen Rodriguez, sposa country-chic, “selvaggia ma sempre curata”

belen_rodriguezCOMIGNAGO (NOVARA) – Belen Rodriguez sposa country-chic. Con scarpette e abito di cristallo di Swarosky, 50 guardie del corpo per 200 invitati, due fotografi, venti hostess e vari camerieri. Un piccolo esercito che dovrà fare in read more

Papa Francesco arriva ad Assisi: un tappeto di fiori per accogliere il pontefice

infiorateASSISI Un tappeto di fiori per Papa Francesco. I gruppi delle infiorate di Spello e Cannara stanno lavorando in questi giorni per la definizione del bozzetto che sarà utilizzato per realizzare una infiorata sul sagrato della chiesa di San Rufino. read more

Bopo i battibecchi sulla festa del PD alla Passeggiata, cittadini stanchi vogliono una città senza degrado

passeggiata-4TERNI E’ stata un’estate piena di roventi polemiche “sull’occupazione” del parco La Passeggiata per la festa  Pd che si dovrebbe svolgere a fine estate, come negli anni passati, evento che non ha ancora preso l’avvio, ma non ha risparmiato “battibecchi”. read more

Napoli, si dà fuoco per protesta nell’ufficio del sindaco: morto in ospedale

SI DA' FUOCO E MUORE:NEGOZIANTE,ERA SEMPRE PRONTO AD AIUTAREIl titolare di un negozio di fiori di Ercolano si è dato fuoco nell’ufficio del primo cittadino del paese, dopo avere costretto tutti i presenti a lasciare la sala e averli minacciati con un coltello. L’uomo, 58enne, si è cosparso di liquido infiammabile e si è lanciato dalla finestra.

Ricoverato in condizioni disperate all’ospedale all’ospedale Cardarelli di Napoli, il negoziante, identificato come Antonio Formicola, è morto per le gravissime ustioni riportate. Un passante è rimasto leggermente contuso da un estintore lanciato dall’ufficio del primo cittadino, nel tentativo di spegnere il rogo. Un poliziotto che ha tentato di fermare il fioraio ha riportato alcune escoriazioni.

Il negoziante avrebbe compiuto il gesto per non avere ottenuto un permesso di stallo, ovvero un posto riservato alla sua auto davanti all’esercizio di cui è proprietario. Dopo il suo gesto, il Comune è stato assediato da una folla di quattrocento persone, che ha contestato duramente il sindaco di Ercolano, che non si trovava però nel palazzo.

Molti degli esercenti che hanno il negozio vicino al municipio hanno abbassato in segno di protesta le saracinesche. Gli esercizi di via Resina accusano le autorità di averli abbandonati e di non tenere conto delle loro problematiche.

art su ilgiornale