tribunale terni (1)TERNI Sarà il tribunale del riesame a decidere se mantenere o meno i sigilli al Centro tiro sportivo di Marmore. Il sequestro della struttura è scattato lo scorso 30 agosto su decisione del gip Simona Tordelli. Alla base della vicenda, l’indagine condotta dal sostituto procuratore Elisabetta Massini, in collaborazione con la divisione polizia amministrativa e sociale della questura di Terni. Dalle verifiche sarebbe emersa la mancanza della licenza, senza la quale – come recita l’articolo 57 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza -“non possono spararsi armi da fuoco né lanciarsi razzi, accendersi fuochi di artificio, innalzarsi aerostati con fiamme, o in genere farsi esplosioni o accensioni pericolose in un luogo abitato o nelle sue adiacenze o lungo una via pubblica o in direzione di essa”. L’udienza di riesame si è svolta ieri mattina, con la proprietà della struttura – rappresentata dagli avvocati Alessandro Ricci e Andrea Moroni – che ha esposto le proprie ragioni, chiedendo l’annullamento della misura cautelare reale. La decisione potrebbe giungere a breve.

Notizia integrale nel Corriere dell’Umbria del 6 settembre

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.