polizia-arresto1-300x147TERNI – Si erano riuniti per vedere una partita di calcio ma, complice probabilmente l’alcol, finiscono per picchiarsi: un cittadino rumeno di 41 anni finisce in ospedale con il naso rotto e ne avrà per oltre un mese.
La sera del 18 settembre, un gruppo di cittadini rumeni si riuniscono per vedere un incontro di calcio in un casolare abbandonato di vocabolo Fiori lungo la ferrovia, organizzano un barbecue e alla fine della partita, che vede la sconfitta della squadra rumena, due delle persone presenti aggrediscono il 41enne e dopo averlo picchiato e minacciato con un coltello fuggono via.
Ripresosi, l’uomo chiama la Polizia, che identifica le persone presenti e inizia le ricerche degli aggressori. Qualche giorno dopo, l’uomo uscito dall’ospedale, sporge denuncia contro due suoi connazionali, di cui però conosce solo i soprannomi. Con l’aiuto degli investigatori dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico riesce ad individuarne uno: un giovane di 26 anni, domiciliato a Terni, con il quale in passato aveva avuto uno screzio; è lui che l’ha minacciato con il coltello e che l’ha preso a calci, dopo che l’amico l’ha fatto cadere a terra.
Il 26enne viene denunciato per minacce aggravate e lesioni personali gravi in concorso, mentre procedono le ricerche del complice.

UmbriaJournal

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.