politecnico di torino, armature annibalePERUGIA Gli esperti del Politecnico di Torino hanno ripreso questa mattina (mercoledì) a setacciare i fondali del Trasimeno alla ricerca di “tesori”, ma non “tesori” qualunque  parliamo delle armature relative alla battaglia del Trasimeno, svoltasi nel giugno del 217 a.C. (II Guerra Punica). Oggi lo staff del professor Luigi Sambuelli ha setacciato un’area di costa lunga circa 500 metri, allontanandosi dalla riva per altri 200 metri nella zona di “Malpasso”. Queste indagini fanno capo al progetto di ricerca geologico-storico-archeologico che ha visto al lavoro gli esperti del centro di ricerca Ismar (Istituto di Scienze Marine) del Cnr di Bologna e che aveva a sua volta preso il via da “un’anomalia” dovuta a una concentrazione di metalli con punte massime localizzate nell’area compresa tra Tuoro, Passignano e Isola Maggiore.

Corriere dell’ Umbria

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.