violenza donne (2)CITTA’ DI CASTELLO Maltrattamenti in famiglia e detenzione abusiva di armi: un italiano di 40 anni, residente a Città di Castello, finisce denunciato dai carabinieri.

Aggredisce la moglie, lei scappa L’uomo, secondo quanto ricostruito dai militari, alcuni giorni fa, in stato di ebbrezza, ha aggredito verbalmente la moglie per futili motivi. La donna, per timore che la situazione potesse degenerare, è fuggita dall’abitazione. I carabinieri, allertati da familiari, l’hanno rintracciata e accompagnata in caserma. Poi si sono presentati a casa dell’uomo, tra l’altro già conosciuto ai militari.

Coltelli e frecce Qui i carabinieri, nel corso di una perquisizione hanno rinvenuto alcuni coltelli a serramanico, tra cui uno di notevoli dimensioni e di fattura artigianale, oltre a numerose frecce per balestra.

Botte mai denunciate “Una volta approfonditi gli accertamenti – spiegano i carabinieri – , è emerso che la donna, in passato, era stata già oggetto di minacce e, talvolta, anche di percosse da parte del coniuge, comunque mai denunciate”.

Il precendente Il 40enne, un paio di anni fa, proseguono i militari di Città di Castello, fu controllato per strada e trovato in possesso di un coltello, che aveva utilizzato per minacciare una persona con la quale aveva avuto una discussione. “Per tale motivo  – sottolineano i carabinieri – gli era stato notificato un provvedimento con il quale gli si vietava di detenere qualunque tipo di arma, e in particolare armi da punta e taglio”.

Arrestato Oltre di maltrattamenti in famiglia l’uomo dovrà pertanto rispondere anche di detenzione abusiva di armi e inottemperanza ai provvedimenti delle autorità.

Corriere dell’Umbria

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.