umIl passivo sembra inevitabile. Di qualche milione di euro. Fonti interne riferiscono di cifre che vanno dai cinque ai dieci. La partita del bilancio 2012 di Umbria mobilità è ormai quasi all’over time. Entro poche settimane la firma del consuntivo: intanto le riunioni programmate hanno subìto slittamenti a causa dell’assenza di alcuni alti dirigenti e membri del cda. Il collegio dei revisori dei conti starebbe lavorando per accertare tutte le partite, anche minime, prima di sottoscrivere il documento. Sullo sfondo ci sono due inchieste, una della procura e una della Corte dei conti.

Il capitale C’è il capitale di 49 milioni di euro che può sopperire, con il quale limitare il “rosso”: l’operazione si intreccia con la vendita del70%di quote della nuova srl (Umbria mobilità esercizio) dentro la quale dovrebbero confluire lavoratori e appalti in essere. A dire che numeri eccessivamente negativi potrebbero fungere da deterrente per i gruppi intenzionati ad entrare. Le manifestazioni di interesse sarebbero all’oggi tre. Con il prossimo lunedì scadono i tempi per la presentazione, poi si tratterà di esperire l’eventuale offerta tecnica di acquisto.

Servizio integrale nel Corriere dell’Umbria del 26 luglio

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.