Una chitarra e la Cascata, unione perfetta tra musica e natura nel segno di Terni. E’ questo, in anteprima, il logo ufficiale che d’ora in poi contraddistinguerà l’edizione ternana di Umbria jazz. Il manico con le corde della chitarra si confonde con il getto celeste della cascata delle Marmore.
Il manifesto sarà presto su tutti i muri d’Italia e sul sito di Uj. Lo ha presentato per la prima volta martedì il vicepresidente della Regione Fabio Paparelli ospite del Rotary club di Terni nel corso di una serata dedicata all’edizione Spring dell’importante kermesse in programma dal 14 al 17 aprile. Tanti i presenti, a cominciare dal sindaco Leopoldo Di Girolamo, l’assessore alla Cultura Tiziana De Angelis, il presidente della Fondazione Carit Luigi Carlini e Stefano Lazzari, responsabile di produzione di Umbria jazz, in sostanza il braccio destro del patron di Uj Carlo Pagnotta. Nel corso della serata anche una notizia che in molti attendevano: Gino Paoli ci sarà. Dopo essere stato di recente colpito da un aneurisma all’aorta addominale, il cantautore 83enne ha subìto un intervento programmato. Ora sta bene e il 17 aprile sarà al Caos di Terni, a fianco di Danilo Rea, come previsto.

Servizio integrale a cura di Maria Luce Schillaci sul Corriere dell’Umbria del 30 marzo

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.