umbria_mobE’ arrivata nei giorni scorsi a pian di Massiano, nella sede di Umbria Mobilità. Una missiva che ha fatto sbiancare più di un dirigente. L’ordinanza del giudice del lavoro di Perugia s’intitola “ingiunzione esecutiva di pagamento della 14esima mensilità”. Ebbene sì: un dipendente dell’azienda unica dei trasporti ha fatto ricorso e ha vinto contro i ritardi ormai annosi (a partire dall’agosto 2012) del pagamento degli stipendi e di mensilità aggiuntive. In particolare della quattordicesima.
Nei giorni scorsi gli stessi sindacati (Cgil, Cisl, Uil, Faisa e Orsa) hanno siglato l’accordo sulle spettanze. Non ci sono state comunicazioni ufficiali. La soluzione trovata è la stessa dello scorso anno: rateizzazione. Con un patto del tipo: divisione in due tranche degli stipendi sopra i 1.200 euro. Cosicché si trovano i soldi la prima rata della quattordicesima senza attingere a risorse ulteriori. Che peraltro non ci sono.

Servizio integrale nel Corriere dell’Umbria dell’11 settembre

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.