violenza donnePERUGIA Ha preso a botte la fidanzata durante un litigio ma non ci sarebbe stato nessuno stupro. Questa la versione sostenuta davanti al gip dal congolese arrestato per violenza sessuale ai danni di una ventenne e difeso dall’avvocato Francesco Areni. L’episodio, su cui indagano i carabinieri che sono stati chiamati dalla vittima mentre si trovava con lo straniero in un appartamento di via Eugubina, risale alla notte tra sabato e domenica. Da quanto trapela, il congolese, 22 anni, in sede di interrogatorio di garanzia avrebbe ammesso solo in parte le sue colpe, ovvero di aver picchiato la giovane. In base al suo racconto, la situazione sarebbe degenerata per motivi di “gelosia” al rientro a casa, dopo una nottata passata a ballare.

Corriere dell’ Umbria

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.