Italy’s national soccer team coach Gian Piero Ventura during a press conference at Coverciano Sports Center near Florence, 2 October 2017. 
ANSA/MAURIZIO DEGL’INNOCENTI

FIRENZE – “Non andare al Mondiale sarebbe una catastrofe”. Così Gian Piero Ventura in vista degli impegni contro Macedonia e Albania, fondamentali per accedere agli spareggi per Russia 2018. ‘Concordo con quanto hanno detto Tavecchio e Malagò: per loro un’Italia fuori dai Mondiali sarebbe un’apocalisse e una tragedia, io parlerei di catastrofe – ha ribadito il ct azzurro -. Purtroppo è un momento particolare ma questo gruppo ha una voglia matta di essere un’oasi felice, lasciando fuori da Coverciano tutti i vari problemi. Abbiamo pochi giorni per preparare le prossime gare, la priorità ora è qualificarci e prendere punti per essere testa di serie, per questo dobbiamo affidarci alle certezze e all’usato sicuro – ha spiegato – Non c’è chiusura definitiva per nessuno ma Zaza è fuori dal giro da un pò e di Balotelli vale il solito discorso: io non l’ho mai allenato ma chi lo ha fatto non ha mai messo in discussione le doti tecniche bensì il resto”.

Ansa

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.