VIGILI-URBANI-TRTERNI Sembra incredibile che pur avendo un fornito autoparco: circa 30 auto di servizio, 12 moto, altrettanti scooter e un “nuovo” furgone; i vigili urbani per mancanza dei soldi necessari alla normale manutenzione degli stessi rischino di trovarsi in una situazione di precarietà che avrebbe portato il personale in alcuni casi a tassarsi per provvedere in proprio.
Il problema nascerebbe dal fatto che la società si leasing che fornisce i mezzi vanterebbe un credito considerevole nei confronti del Comune e per regolarizzare alcuni mezzi sarebbe necessario affrontare altre spese, che questa non intenderebbe sostenere, come la sottoscrizione dell’assicurazione per il furgone che da due anni è disponibile e destinato al servizio notturno e alla prevenzione antialcool. Si parlerebbe del personale che provvede in proprio al lavaggio dell’auto di servizio o alle piccole riparazione, insomma il minimo per non restare a piedi. Il credito sale e la paura è che la situazione diventi insostenibile.

TerniMagazine

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.