Atteso oggi a BRESCIA il verdetto della Corte d’assise d’appello sull’omicidio di Yara Gambirasio, per il quale Massimo Bossetti rischia l’ergastolo. Prima del ritiro dei giudici in camera di consiglio, Bossetti prenderà la parola per tornare a dichiararsi innocente nelle speranza che, come dicono i suoi legali, “qualcuno finalmente gli dia retta”.

Yara, tutte le tappe della vicenda

Dopo le dichiarazioni di Bossetti, inizierà quindi l’attesa per una sentenza o per un’ordinanza, qualora i giudici, presieduti da Enrico Fischetti, dovessero decidere di accogliere l’istanza dei difensori del muratore di Mapello di ripetizione dell’esame del Dna trovato sul corpo della ragazza uccisa che secondo gli accertamenti scientifici appartiene a Massimo Bossetti. La Corte potrebbe altrimenti uscire con la conferma dell’ergastolo inflitto in primo grado oppure con un aggravamento della pena di sei mesi di isolamento diurno perché, come chiesto dal sostituto pg Marco Martani, deve essere condannato anche per la calunnia ai danni di un suo collega di lavoro verso il quale avrebbe cercato di indirizzare le indagini.

Yara, i luoghi chiave

TGCom24

Lascia un commento

Name and email are required. Your email address will not be published.